Dolci

Crostata al Rabarbaro e crema alla Vaniglia

5 Maggio 2015

Finalmente l’ho trovato!! Si, sto proprio parlando del Rabarbaro!

L’ho provato nelle caramelle…quelle caramelle al rabarbaro che la nonna comprava quando il giovedì andava al mercato. Quelle stesse caramelle che il mio Brontolo ancora compra quando scova, nelle viuzze dei paesini sperduti, quelle piccole e caratteristiche botteghe che vendono ancora caramelle artigianali.

dsc_0215 Crostata al Rabarbaro e crema alla Vaniglia

Il sapore del vero rabarbaro pianta era ancora un “mistero”.

Un “mistero” che credevo aver risolto quando, circa tre settimane fa’, ho acquistato dal fiorista una piccola e striminzita piantina di rabarbaro. Inutile raccontare le infinite preghiere e suppliche sussurrate al minuscolo vegetale…forza, cresci e diventa vigoroso…devo cucinarti!!

Tutto tempo perso…volevo il rabarbaro? Bastava semplicemente andare dal fruttivendolo che si trova nella via accanto a quella di casa, per acquistare le sue robuste e rosse coste!

Ecco che finalmente posso utilizzarlo in cucina!

La ricetta è tratta da un blog che ho scoperto casualmente su Pinterest: Food and Cook. Mi sono fata ingolosire dalle foto mozzafiato e di colori sfumati…

dsc_0186 Crostata al Rabarbaro e crema alla Vaniglia

Ecco la ricetta:

Ingredienti per la base di pasta frolla e per il ripieno:

  • 200 gr farina 00
  • 140 gr zucchero a velo
  • 160 gr di burro a temperatura ambiente
  • 40 gr mandorle tritate
  • 2 tuorli d’uovo
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • 3 gambi di rabarbaro
  • 4 cucchiai di zucchero

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 3 uova
  • 375 ml latte
  • 75 gr di zucchero
  • 30 gr amido di mais
  • 1 baccello di vaniglia

Sciroppo:

  • 250 ml d’acqua
  • 150 gr di zucchero
  • qualche goccia di limone

In una ciotola mescolare la farina , lo zucchero a velo , il sale e farina di mandorle fino ad ottenere un impasto omogeneo. Aggiungere i semi del baccello di vaniglia.

Disporre tutti questi ingredienti nel robot da cucina ed aggiungere il burro tagliato a quadratini. Azionare il robot per incorporare insieme questi primi ingredienti. Aggiungere infine i tuorli ed azionare nuovamente il robot fino ad ottenere un composto che inizia a diventare compatto. Togliere l’impasto dalla bacinella del robot e lavorarlo pochissimo con le mani fino a formare un panetto. Avvolgere l’impasto nella pellicola trasparente e farlo riposare in frigor per un ora.

Imburrare ed infarinare una tortiera per crostata da Ø 26 cm. Stendere la pasta fino ad ottenere uno spessore di un centimetro ed utilizzarla per rivestire la tortiera. Bucherellare il fondo della crostata utilizzando una forchetta. Cuocere la torta in bianco, con dei pesini o dei fagioli, per circa 20 minuti nel forno già caldo a 180°C.

Estrarre dal forno e farla completamente raffreddare.

Tagliare a fette le coste di rabarbaro e disporle in una bacinella con i 4 cucchiai di zucchero. Lasciare marinare per circa 15 minuti.

Preparare la crema pasticcera: mettere in una ciotola tutti gli ingredienti e con l’aiuto di una frusta mescolare bene fino ad un impasto omogeneo ed uniforme.

Disporre gli ingredienti in un pentolino e cuocere il composto a fuoco medio, mescolando con l’aiuto di una frusta fino a far addensare la crema. Togliere la crema dal fuoco, ricoprila con la pellicola trasparente a contatto e farla raffreddare.

Preparare lo sciroppo: mettere in un pentolino l’acqua, lo zucchero ed il limone. Cuocere gli ingredienti fino a far sciogliere completamente lo zucchero. Mettere da parte.

Assemblare la crostata: versare la crema pasticcera sulla base della frolla fatta cuocere precedentemente. Disporre le fette di rabarbaro, una accanto all’altra, sulla crema pasticcera. Disporre la torta nel forno già caldo a 180°C e far cuocere per 20 minuti.

Estrarre la torta dal forno e spennellare la superficie con lo sciroppo preparato precedentemente. Assaporare la torta fredda.

Enjou your Rhubarb tart 😉

dsc_0213 Crostata al Rabarbaro e crema alla Vaniglia

Comments

Only registered users can comment.

  1. Quando ero Bambina abbiamo mangiato il rabarbaro fresco… lo adoravo.. da anni non lo mangio … mi viene nostalgia… la torta sa di buono …abbi una bella giornata 😉

    1. Ciao Rebecca. Ammetto che l’ho provato anche io appena tagliato. Chissà che sapore intenso aveva quello fresco che mangiavi da bimba…ho l’acquolina in bocca!!! ?? buona giornata anche a te!! ??

      1. quando prima era fuori con Tatanka mi passavo come un film un pò d’infanzia e la voglia di rabarbero.. sono andato nell’neozio dell frutta verdura e lui mi dice non e facile da trovare… non e molto richiesto.. 🙁

    1. Ciao!! Non so esattamente a cosa paragonarlo… Ha un sapore quasi amaro e si accosta bene alla frutta dolce, come le fragole. In questa ricetta perde tanto l’amaro grazie alla macerazione che fa con lo zucchero. È particolare, o ti piace o lo odi…devi assolutamente provarlo! Buona serata! ??

  2. e’ venuta otmtia. fatta con le fragole bio del billa dall’italia (quella fatta con le fragole del merkur dalla spagna non sapeva di nulla).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.